Rete di coordinamento per diagnosi ed intervento precoce


La diagnosi precoce e l'intervento tempestivo sono azioni strategiche per il miglioramento della qualità della vita delle persone con disturbo dello spettro autistico e delle loro famiglie. In particolare, il riconoscimento e la diagnosi precoce sono considerati cruciali alla luce delle evidenze che indicano la maggiore efficacia degli interventi precoci rispetto a quelli avviati nell'infanzia tardiva.

L’Osservatorio Nazionale promuove il riconoscimento precoce attraverso:

Nei bilanci di salute pediatrici

Il Gruppo di Lavoro sui Disturbi del Neurosviluppo istituito presso l’ISS, ha predisposto le schede di valutazione e promozione del neurosviluppo che riportano i principali comportamenti da valutare nell’ambito dei bilanci di salute dei primi 3 anni di vita e le strategie di promozione che il pediatra può proporre ai genitori (e altri caregiver) per valorizzare opportunità ed esperienze in cui certe funzioni possono trovare l’occasione di essere promosse.
Per maggiori dettagli visita la pagina tematica del Servizio di formazione dell’ISS ed accedi ai dettagli del Corso di formazione Sorveglianza del neurosviluppo nell’ambito dei bilanci di salute pediatrici dei primi tre anni di vita: utilizzo delle schede di valutazione e promozione

Coordinamento

Istituto Superiore di Sanità

Societa Scientifiche e professionali coinvolte
  • Società italiana di neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza (SINPIA)
  • Federazione italiana medici pediatri (Fimp)
  • Associazione culturale pediatri (ACP)
  • Sindacato medici pediatri di famiglia (Simpef)
  • Società italiana di pediatria (SIP)
  • Società italiana di neonatologia (SIN)
Nei servizi educativi

L’Osservatorio Nazionale autismo promuove un percorso di formazione a distanza rivolto ad educatori e insegnanti, curriculari e di sostegno, dei nidi e delle scuole dell'infanzia e agli insegnati curriculari e di sostegno di primo e secondo grado sulle tematiche dei disturbi dello spettro autistico
Per maggiori dettagli visita la pagina tematica del Servizio di formazione dell’ISS ed accedi ai dettagli dei corsi di formazione

Secondo i seguenti criteri

  1. Fratelli e sorelle di bambini con diagnosi di disturbo dello spettro autistico (0-36 mesi di vita)
  2. Neonati prematuri: nati tra la 26° settimana e la 31° settimana di età gestazionale e/o con un peso inferiore a 1500 grammi
  3. Neonati piccoli per età gestazionale: peso alla nascita minore del 3° percentile
Attraverso il Network Italiano per il riconoscimento precoce dei disturbi dello spettro autistico (NIDA), l'ISS sostiene e promuove la rete per il monitoraggio e la sorveglianza delle popolazioni ad alto rischio in collaborazione con la Società Italiana di Neonatologia (SIN) e Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (SINPIA).

Dati aggiornati ad Aprile 2022

“Istituzione di una rete di coordinamento territoriale tra pediatri di famiglia, servizi educativi per la prima infanzia e le unità di neonatologia/terapie intensive neonatali e di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, finalizzata ad anticipare la diagnosi e l'intervento attraverso la sorveglianza della popolazione generale e ad alto rischio e programmi di formazione specifici per il riconoscimento/valutazione/ intervento precoce.”

  • OBIETTIVO SPECIFICO 1: Identificazione Centro Pivot (riferimento regionale del Network NIDA)
  • OBIETTIVO SPECIFICO 2: Sviluppo della rete curante territoriale tra servizi di NPIA e pediatria, attraverso una piattaforma che metterà a disposizione strumenti per la sorveglianza del neurosviluppo e che consentirà una relazione informale tra servizi e pediatri per la continuità di cura, e che raccoglierà i dati necessari per arricchire la piattaforma dell’osservatorio nazionale;
  • OBIETTIVO SPECIFICO 3: Monitoraggio dei soggetti a rischio (fratelli di soggetti con ASD, prematuri, piccoli per età gestazionale) – sulla base del modello NIDA attuale - e la raccolta dei loro dati clinici-neurofisiologici e neurobiologici;
  • OBIETTIVO SPECIFICO 4: Formazione del personale sanitario ed educativo (con particolare riguardo agli educatori asili nido/scuola dell’infanzia) mirata al riconoscimento e diagnosi precoce.
 
Regione Centro Pivot Responsabile Scientifico Centri Satellite Collegati alla rete NIDA attraverso la piattaforma Formazione della rete Sanitaria ed Educativa
      Centri NPIA Neonatologie Pediatri Neonatologi e/o Pediatri iscritti al corso FAD Educatori di Nidi e Scuole Infanzia iscritti al corso FAD
Abruzzo Centro di Riferimento Regionale per l’Autismo - L’Aquila - ASL01 Avezzano - Sulmona - L’Aquila Marco Valenti
Renato Cerbo
4 1 46 25 72
Basilicata Azienda Sanitaria Matera (ASM) - UOC NPI Matera Caterina Lattarulo 2 - - 7 46
Bolzano Ambulatorio specialistico per la salute psicosociale dell’età evolutiva di Bolzano Giulia Parolin 2 - - 4 0
Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza - U.O.S. NPIA territoriale Caterina Iannazzo - - - 32 38
Campania Azienda Ospedale Universitaria Federico II - U.O.S.D. di Neuropsichiatria Infantile Carmela Bravaccio 8 - - 112 113
Emilia-Romagna Centro Autismo AUSL di Reggio Emilia Virginia Giuberti 3 - - 174 298
Friuli-Venezia Giulia IRCCS "Burlo Garofolo" di Trieste - S.C. di Neuropsichiatria Infantile Raffaella Devescovi 5 - 85 31 396
Lazio Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e Policlinico Umberto I Giovanni Valeri
Carla Sogos
14 - - 198 163
Liguria Istituto Giannina Gaslini Elisa De Grandis 6 - 3 21 70
Lombardia IRCCS Istituto Eugenio Medea Massimo Molteni 8 - - 202 1735
Marche Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord - UOC di Neuropsichiatria Infantile Elisabetta
Tarsi/Valeria Ciacci
7 1 3 33 107
Molise Azienda Sanitaria Regionale del Molise (ASReM) - SSD di NPI Campobasso Deborah Chiarullo - - - 3 9
Piemonte ASL CN1 -Servizio di Psicologia e psicopatologia dello sviluppo Giuseppe Maurizio
Arduino
18 3 5 145 392
Puglia ASL BARI - UOC di Neuropsichiatria Infantile Territoriale Cesare Natalino Porcelli - - - 59 98
Sardegna Azienda di Rilievo Nazionale ad Alta Specializzazione (ARNAS) “G. Brotzu” Cagliari Alessandro Zuddas - - - 32 126
Sicilia Policlinico Messina - UOC NPIA Gabriella Di Rosa 20 - 23 72 268
Toscana IRCCS Fondazione Stella Maris Fabio Apicella 4 1 3 108 70
Trento Centro di Riferimento Provinciale per i Disturbi dello Spettro Autistico - Unità di Neuropsichiatria - Trento Stefano Calzolari 2 - 62 21 18
Umbria Centro di Riferimento Regionale per i Disturbi dello Spettro Autistico - UOSD Neuropsichiatria e Psicologia Clinica dell’Età Evolutiva Distretto del Perugino -USL Umbria 1 Angiolo Pierini 8 2 66 32 302
Valle d’Aosta AUSL Valle d’Aosta - SSD NPI Laure Obino 1 - 14 3 49
Veneto Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona Leonardo Zoccante 22 - 30 179 908